24 novembre 2018

 I primi messaggi celesti che riguardano il XX secolo risalgono al 1582, con le apparizioni a Madre Mariana de Jesus Torres (1563-1635), Quito, Equador[1]:

“Un giorno, mentre stava pregando nel Coro del suo Convento ai piedi del Tabernacolo, dopo un increscioso episodio accaduto tra le Suore del Convento, Madre Mariana, dopo un breve colloquio con Nostro Signore, d’un tratto, udì un terrificante boato e vide l’intera chiesa immersa nel buio, nella polvere e nel fumo. Alzando lo sguardo, ella vide l’altare maggiore illuminato a giorno. Il Tabernacolo si apri e Cristo apparve, come sul Golgota nella sua agonia, con ai suoi piedi la Vergine Maria, San Giovanni e Maria Maddalena.

Credendo di essere stata lei la causa di questo, Madre Mariana, prostrandosi a terra con le braccia incrociate, esclamò: «Signore, sono io la colpevole! Puniscimi e perdona il tuo popolo».

Ma il suo Angelo custode la sollevò da terra e le disse: «No! Non sei tu la colpevole. Alzati, perché Dio desidera rivelarti un grande segreto».

Vedendo le lacrime della Vergine Maria, ella si rivolse a Lei dicendo: «Mia Signora, sono io la causa della tua tristezza?».

«No, non sei tu, ma il mondo criminale!».

Allora, Nostro Signore iniziò la sua agonia e Madre Mariana udì la voce di Dio Padre che disse: «Questo castigo sarà per il secolo XX»

D’improvviso, sopra la testa del Cristo agonizzante, apparvero tre spade sulle quali stava scritto: “Punirò l’eresia”, “Punirò l’empietà”, “Punirò l’impurità”, ed ella comprese che questo sarebbe avvenuto nel secolo XX. La Vergine Maria le domandò: «Figlia mia, vuoi tu sacrificarti per le persone di quel periodo?».

«Sì, lo voglio!» rispose Madre Mariana. Allora, d’improvviso, le tre spade sopra la testa ciel Cristo agonizzante, trafissero il cuore di Madre Mariana causandole una morte mistica. Ella comparve davanti al giudizio di Dio. Nostro Signore le presentò due corone: una di gloria immortale, di indescrivibile bellezza; l’altra, di gigli bianchi circondati di spine, e le disse: «Mia Sposa, scegli una di queste corone». Ella doveva scegliere tra la gloria del Paradiso e la gloria del suo ritorno sulla terra, per soffrire come vittima sacrificale per placare la Divina Giustizia per le eresie, le empietà e le impurità che sarebbero state commesse nel secolo XX.

Rassicurata dalle parole della Vergine Maria e dalla Sua promessa di aiuto in questa terribile prova, Madre Mariana rispose: «Mia Signora e Madre, sia fatta in me la Divina Volontà!».

E dopo queste parole ella accolse con umiltà e rassegnazione la corona dei gigli circondati di spine, e tornò sulla terra per soffrire.

Ella divenne, così, una vittima sacrificale per le eresie, le empietà e le impurità dei nostri tempi!

Ma perché così tanta importanza al secolo XX?

Come trattato nello studio “2033 - La vera fine del secolo XX”, questo va inteso come il periodo che parte col 1933, anno di salita al potere di Adolf Hitler, prima tragica conseguenza degli errori provenienti dalla Russia marxista predetti a Fatima.

Credo non ne parleremo mai abbastanza, almeno finché tutti gli eventi predetti da tanti mistici non si saranno finalmente conclusi.

I messaggi di Quito si fondono con quelli ricevuti da Melania nel 1846 a La Salette[2]:

Questa pace tra gli uomini non sarà lunga: venticinque anni di abbondanti raccolti faranno loro dimenticare che i peccati degli uomini sono causa di tutte le pene che arrivano sulla terra.

Un precursore dell’anticristo, con le sue truppe di parecchie nazioni, combatterà contro il vero Cristo, il solo Salvatore del mondo, egli spargerà molto sangue e vorrà annientare il culto di Dio per farsi guardare come un Dio. La terra sarà colpita da ogni sorta di piaghe, (oltre la peste e la carestia che saranno dovunque), vi saranno delle guerre fino all’ultima guerra, che sarà allora fatta da dieci re dell’anticristo, i quali re avranno tutti lo stesso progetto e saranno i soli a governare il mondo. Prima che ciò succeda vi sarà una specie di falsa pace nel mondo; non si penserà che a divertirsi; i malvagi si abbandoneranno a ogni sorta di peccato; ma i figli della Santa Chiesa, i figli della fede, i miei veri imitatori crederanno nell’amore di Dio e nelle virtù che mi sono più care. Felici le anime umili guidate dallo Spirito Santo! Io combatterò con esse fino a che esse saranno nella pienezza dell’età.

Il XX secolo: dal precursore dell’Anticristo alla morte dell’Anticristo stesso, come vedremo

Oggi comunque siamo ancora nel periodo cosiddetto della falsa pace.

Scriveva Madre Mariana de Jesus Torres il 21 gennaio 1610 a proposito, riportando le parole ricevute dalla Madonna:

Ora, ti faccio sapere che dalla fine del secolo XIX e da poco dopo la metà del secolo XX, in quella che oggi è la Colonia e che un giorno sarà la Repubblica dell’Ecuador, esploderanno le passioni e vi sarà una totale corruzione dei costumi, perché Satana regnerà quasi completamente per mezzo delle Sette Massoniche.

Essi si concentreranno principalmente sui bambini per mantenere questa corruzione generale. Guai ai bambini di questi tempi!

La Massoneria, che sarà allora al potere, approverà leggi inique con lo scopo di liberarsi di questo Sacramento (del Matrimonio), rendendo facile per ciascuno di vivere nel peccato e incoraggiando la procreazione di figli illegittimi, nati senza la benedizione della Chiesa. Lo spirito Cattolico verrà meno rapidamente; spegnendo la preziosa luce della Fede finché non si arriverà al punto che ci sarà una quasi totale corruzione generale dei costumi. A questo si aggiungeranno gli effetti dell’educazione secolare che sarà una delle ragioni della morte delle vocazioni sacerdotali e religiose.

Il Sacramento dell’Ordine Sacro sarà deriso, oppresso e disprezzato, perché in questo Sacramento, la Chiesa di Dio e persino Dio Stesso è respinto e disprezzato poiché Lui è rappresentato dai Suoi preti. Il Demonio cercherà di perseguitare i ministri del Signore in ogni modo possibile, ed agirà con crudele e sottile astuzia per deviarli dallo spirito delle loro vocazioni, corrompendo molti di loro. Questi sacerdoti corrotti, che saranno motivo di scandalo per i cattolici, faranno si che l’odio dei cattivi cattolici e dei nemici della Chiesa Cattolica Apostolica e Romana ricada su tutti i sacerdoti.

Questo apparente trionfo di Satana porterà enormi sofferenze ai buoni Pastori della Chiesa, i molti e bravi sacerdoti, e al Supremo Pastore e Vicario di Cristo sulla terra che, come un prigioniero in Vaticano, verserà lacrime amare e segrete in presenza del suo Dio e Signore, implorando luce, santità e perfezione per tutto il clero del mondo, di cui egli è Re e Padre.

Inoltre, in questi tempi infelici, vi sarà una lussuria sfrenata che irretirà i rimanenti nel peccato e conquisterà innumerevoli anime frivole che si perderanno. Non ci sarà quasi più innocenza nei bambini, né pudicizia nelle donne.

In questo supremo momento di bisogno della Chiesa, chi dovrebbe parlare rimarrà in silenzio!

E ancora Madre Mariana de Jesus Torres scriveva il 2 febbraio 1610:

Durante questo periodo, la Chiesa si troverà attaccata da terribili orde della Setta Massonica, e questa povera terra dell’Ecuador sarà agonizzante a causa della corruzione dei costumi, della sfrenata lussuria, della stampa empia e dell’educazione secolare. I vizi d’impurità, d’empietà e di sacrilegio domineranno, in questi tempi di desolazione depravata, e chi dovrebbe parlare rimarrà in silenzio!

Sappi, figlia amata, che quando il tuo nome sarà conosciuto nel secolo XX, vi saranno molti che non crederanno, pretendendo che questa devozione non è gradita a Dio. Ma le grandi sofferenze delle mie figlie, e le tue di questo tempo, saranno come un melodioso concerto di umiltà e di nascosta penitenza per il Mio Santissimo Figlio e per Me. Lo Sposo Divino ed Io, la Sua amata Madre, ed anche tu, avremo cura delle nostre figlie dal Cielo e le guideremo sulla giusta via che conduce al Paradiso. Ciò che causerà la maggior pena a queste figlie predilette saranno i dubbi delle loro stesse consorelle, che aumenteranno le loro sofferenze ma anche i loro meriti.

Una Fede semplice e umile nella veridicità delle mie Apparizioni a te, mia prediletta figlia, sarà riservata alle anime umili e ferventi che sono docili alle ispirazioni della grazia, perché il nostro Padre Celeste comunica i Suoi segreti ai semplici di cuore, e non a quelli dai cuori gonfi d’orgoglio che fingono di sapere ciò che non sanno, o che sono infatuati con una scienza vuota.

Prosegue sempre Madre Mariana de Jesus Torres il 2 febbraio 1634, dopo una visione in cui ella vide la lampada del Santuario davanti a Gesù-Sacramento spegnersi improvvisamente lasciando l’altare maggiore nel buio più completo a cui fece seguito l’apparizione di Maria del Buon Successo, che dopo aver riacceso la lampada le spiega il significato della visione:

La prima ragione dello spegnimento della luce del Santuario è che dalla fine del secolo XIX e in larga parte del secolo XX, varie eresie saranno propagate in questo Paese, che sarà allora una Repubblica indipendente. Quando queste avranno il sopravvento, la luce preziosa della Fede si estinguerà nelle anime per la quasi totale corruzione dei costumi. Durante questo periodo vi saranno grandi catastrofi fisiche e morali.

Il piccolo numero di anime che, nascoste, conserveranno il tesoro della Fede e delle virtù, soffriranno in modo indicibilmente crudele ed un prolungato martirio. Molti di loro moriranno per la violenza delle sofferenze e quelli che si sacrificheranno per la Chiesa e per la Patria saranno considerati Martiri.

Per liberare gli uomini dal vincolo di queste eresie, quelli che l’amore misericordioso del Mio Santissimo Figlio destinerà per la Restaurazione, dovranno avere grande forza di volontà, costanza, prodezza e molta fiducia in Dio. Per provare questa fede e fiducia del giusto, vi saranno momenti in cui tutto sembrerà perduto e paralizzato: questo sarà il felice inizio della completa Restaurazione.

Non è una coincidenza che la fine del secolo XIX, il 1933, veda la salita al potere di Adolf Hitler, figlio dell’eresia marxista proveniente dalla Russia, che inizia così a propagare i suoi errori nel mondo come predetto nel 1917 a suor Lucia di Fatima.

La seconda ragione dello spegnimento della luce del Santuario è che il mio Convento, essendo ridotto drasticamente nel numero, sarà sommerso in un incomprensibile oceano di indescrivibile amarezza, e sembrerà annegare in queste diverse acque di tribolazione. Quante autentiche vocazioni periranno per mancanza di discrezione, discernimento e prudenza da parte delle Maestre delle Novizie che le formano! Esse dovrebbero essere anime di preghiera e ben erudite nelle svariate vie spirituali. Guai a quelle anime che torneranno alla Babilonia del mondo dopo essere state nel posto sicuro di questo benedetto Convento! Durante questa epoca sfortunata, l’ingiustizia entrerà persino nel mio giardino chiuso. Mascherata sotto il nome di falsa carità, l’ingiustizia seminerà la rovina nelle anime. L’astioso Diavolo cercherà di seminare la discordia per mezzo di membri putridi i quali, mascherati da un’apparenza di virtù, saranno come sepolcri in corruzione che emanano la pestilenza della putrefazione, causando morti morali, in alcuni, e tiepidezza, in altri. Essi conficcheranno una spada a doppio taglio nelle mie figlie fedeli, le mie anime nascoste, facendole soffrire di un continuo e lento martirio. Queste figlie fedeli piangeranno in segreto e si lamenteranno presso il loro Signore e Dio, e le loro lacrime saranno presentate dal loro Angelo Custode al Padre Celeste, chiedendo che tali tempi siano accorciati per l’amore del Divin Prigioniero.

E questo sta accadendo sotto gli occhi di tutti i fedeli.

La terza ragione dello spegnimento della luce del Santuario è che lo spirito di impurità che saturerà l’atmosfera in quei tempi, come un oceano ripugnante, inonderà le strade, le piazze e i luoghi pubblici con un’incredibile libertà.

Non vi saranno quasi più anime vergini nel mondo. Il fiore delicato della verginità, timido e minacciato di completa estinzione, risplenderà molto da lontano. Prendendo rifugio nei Conventi, vi troverà un buon terreno e, prendendo radici, crescerà e vivrà e la sua fragranza sarà la delizia del mio Santissimo Figlio e lo scudo contro l’ira divina. Senza verginità, sarebbe necessario che sopra questi Paesi cadesse il fuoco del Cielo, per purificarli.

In questi tempi di maliziosa superbia, l’invidioso e pestifero Diavolo cercherà di introdursi anche in questi giardini chiusi dei Conventi dei Religiosi per far appassire questi fiori meravigliosi e delicati. Ma io lo affronterò e gli schiaccerò la testa sotto i miei piedi!

Ahimé, che dolore! Vi saranno anime incaute che volontariamente si getteranno tra i suoi artigli. Altri, ritornati al mondo, diventeranno gli strumenti del Diavolo per la perdita delle anime.

Altri fatti sempre più noti anche al pubblico attraverso la cronaca dei nostri giorni e le rivelazioni sul passato recente degli abusi sessuali perpetrati all’interno della Chiesa.

La quarta ragione dello spegnimento della luce del Santuario è che, attraverso l’acquisizione del controllo su tutte le classi sociali, la Setta Massonica, sarà così astuta da penetrare nel cuore delle famiglie per corrompere persino i bambini, e il Diavolo si farà gloria di nutrirsi, con perfidia, della squisita delicatezza del cuore dei bambini.

Durante questi tempi sfortunati, il male assalirà l’innocenza infantile e, in questo modo, le vocazioni al sacerdozio saranno perdute, e questo sarà un vero disastro. Sarà compito di gruppi religiosi sostenere la Chiesa e lavorare con valoroso e disinteressato zelo per la salvezza delle anime, perché, durante questo periodo, l’osservanza della regola splenderà nelle comunità e vi saranno santi ministri dell’altare, nascosti, e anime meravigliose dalle quali il mio Santissimo Figlio ed Io trarremo la nostra delizia, considerandoli fiori eccellenti e frutti di santità eroica. Gli empi dichiareranno una guerra crudele contro di essi coprendoli di insulti, calunnie e vessazioni, per impedire il compimento del loro ministero. Ma essi, come salde colonne, rimarranno irremovibili e affronteranno tutto questo, con quello spirito di umiltà e sacrificio col quale sono rivestiti dalla virtù dei meriti infiniti del mio Santissimo Figlio, il Quale li ama come le fibre più recondite del suo santissimo e tenerissimo Cuore.

In questa epoca, il Clero Secolare abbandonerà i suoi ideali, perché i sacerdoti diventeranno negligenti nei loro sacri doveri. Persa la bussola divina, essi si allontaneranno dalla strada tracciata da Dio per il ministero sacerdotale e saranno attaccati ai beni ed alle ricchezze, che essi si sforzeranno illecitamente di ottenere. Quanto soffrirà la Chiesa durante questa notte buia!

Che la massoneria si sia ormai infiltrata anche nelle sfere vaticane e ai vertici della Chiesa in tutto il mondo è purtroppo un altro dato di fatto.

Ma ora viene la parte più interessante per questi nostri tempi:

Mancando un Prelato e Padre che li guidi con amore paterno, dolcezza, fortezza, saggezza e prudenza, molti sacerdoti perderanno il loro spirito, ponendo le proprie anime in grande pericolo. Pregate insistentemente senza stancarvi e piangete con lacrime amare, nel segreto del vostro cuore, implorando il nostro Padre Celeste il Quale, per l’amore del Cuore Eucaristico del mio Santissimo Figlio e per il Suo Prezioso Sangue versato con tanta generosità e per la profonda amarezza e sofferenza della Sua crudele Passione e Morte, Egli potrebbe avere pietà dei Suoi ministri e porre rapidamente fine a questi tempi infausti, mandando alla Sua Chiesa il Prelato che ristorerà lo spirito dei suoi sacerdoti.

Il Mio Santissimo Figlio ed Io ameremo questo figlio privilegiato con un amore di predilezione, e Noi gli faremo dono di rare capacità: umiltà di cuore, docilità alla divina ispirazione, forza per difendere i diritti della Chiesa, e di un cuore tenero e compassionevole, cosicché, come un altro Cristo, egli assisterà i grandi e i piccoli, senza disdegnare le anime più sfortunate che gli chiederanno un po’ di luce e di consiglio nei loro dubbi e sofferenze. Con divina soavità, egli guiderà le anime consacrate al servizio di Dio nei Conventi, alleggerendo il giogo del Signore il Quale ha detto: “Il mio giogo è dolce, e il mio carico leggero”.

Le bilance del Santuario saranno poste nelle sue mani, in modo che tutto sia pesato con dovuta misura e Dio sarà glorificato.

La tiepidezza di tutte le anime consacrate a Dio, nello stato sacerdotale e religioso, ritarderanno la venuta di questo Prelato e Padre. Questa, dunque, sarà la causa che permetterà al Demonio maledetto di prendere possesso di questo Paese dove egli conseguirà le sue vittorie per mezzo di stranieri e gente senza fede, così numerosi che, come una nube nera, oscureranno il limpido cielo di questa futura Repubblica che sarà consacrata al Santissimo Cuore del mio Divin Figlio.

Con questa gente, tutti i vizi entreranno, e attrarranno, a loro volta, ogni tipo di castigo, come calamità, carestie, guerre intestine, dispute con altre nazioni e apostasia, la causa della perdizione di così tante anime così care a Gesù Cristo e a Me.

Per dissipare questa nube nera, che impedisce alla Chiesa di beneficiare del giorno limpido della libertà, vi sarà una guerra spaventosa e tremenda che vedrà lo spargimento di sangue di nativi e stranieri, di sacerdoti regolari e secolari e anche di monache. Quella notte sarà la più orribile, perché sembrerà che, umanamente parlando, il male abbia trionfato.

Questo, allora, segnerà l’arrivo della mia ora, quando Io, in modo sorprendente, detronizzerò l’orgoglioso Satana schiacciandolo sotto il mio piede e incatenandolo negli abissi infernali, liberando, così, finalmente la Chiesa e la Nazione dalla sua crudele tirannia».

Quindi la Madonna termina spiegando la ultima ragione:

La quinta ragione dello spegnimento della luce del Santuario è dovuta alla fiacchezza e negligenza di quelli che possiedono grandi ricchezze, i quali staranno a guardare con indifferenza la Chiesa che sarà oppressa, la virtù perseguitata e il male che trionfa, senza devotamente impiegare le loro ricchezze per la distruzione del male e per restaurare la Fede. Questa ragione è dovuta anche all’indifferenza di quella gente che permetterà che il Nome di Dio venga gradualmente fatto sparire e che aderirà allo spirito del male, consegnandosi liberamente ai vizi ed alle passioni.

Ahimé, mie figlie predilette! Se vi fosse concesso di vivere in questa èra tenebrosa, voi morireste di dolore nel vedere avverarsi tutto quello che Io vi ho rivelato. Il mio Santissimo Figlio ed Io abbiamo un tale grande amore per questo Paese, nostra eredità, che Noi desideriamo persino, sin da ora, richiedere il vostro sacrificio e le vostre preghiere per accorciare i tempi di una tale terribile catastrofe

Sarà durante questo tempo che nascerà l’anticristo da una religiosa ebrea, da una falsa vergine che sarà in comunicazione con il vecchio serpente, il padrone dell’impurità; suo padre sarà Vescovo, nascendo vomiterà delle bestemmie, egli avrà dei denti, in una parola sarà il diavolo incarnato; egli lancerà delle grida spaventose, farà dei prodigi, non si nutrirà che di impurità. Egli avrà dei fratelli che, sebbene non siano dei demoni incarnati come lui, saranno dei figli del male; a dodici anni essi si faranno notare per le prodi vittorie che otterranno; presto essi saranno ognuno alla testa degli eserciti assistiti dalle legioni dell’inferno.

La tiepidezza, direi indifferenza del mondo per le sorti della fede e della Chiesa Cattolica e Apostolica sarà quindi un’altra grave causa per gli accadimenti futuri, coinvolgendo tutta l’umanità nella purificazione imminente.

Chiediamoci ora di che prelato stava parlando la Madonna? Chi è questo figlio privilegiato?

Leggiamo cosa ha scritto Massimino Giraud nella lettera indirizzata al Papa Pio IX il 3 luglio 1851in merito all’apparizione del 19 settembre 1846 a La Salette:

Se il mio popolo continua, ciò che sto per dirti arriverò al più presto, se cambia un poco, sarà più tardi. La Francia ha corrotto l'universo, un giorno sarà punita. La fede si spegnerà in Francia. Un terzo della Francia non praticherà più la religione o quasi. L'altra parte la praticherà ma non bene. [...] In seguito le nazioni si convertiranno e la fede si riaccenderà dovunque. Una grande contrada dell'Europa del Nord, ora protestante, si convertirà e sull'esempio di quella contrada anche le altre nazioni del mondo si convertiranno. Prima che questo accada si verificheranno nella Chiesa grandi turbamenti e poco dopo il Santo Padre, il papa, sarà perseguitato. Il suo successore sarà un pontefice che nessuno s'aspetta. Poco dopo giungerà una grande pace, ma non durerà a lungo. Un mostro verrà a turbarla. Tutto quello che vi dico accadrà nel prossimo secolo o al più tardi negli anni del duemila. Ella mi ha detto di dirlo qualche tempo dopo.

Prendiamo la seconda parte:

Si verificheranno nella Chiesa grandi turbamenti e poco dopo il Santo Padre, il papa, sarà perseguitato.

Direi che si addice perfettamente ai nostri tempi presenti e alla persecuzione subita da Papa Francesco.

Il suo successore sarà un pontefice che nessuno s'aspetta.

E anche questo trova riscontro nel prelato di Madre Mariana de Jesus Torres e con quanto predetto nelle “Locuzioni al mondo” e a quel papa eletto carismaticamente della Franca Cornado.

Poco dopo giungerà una grande pace, ma non durerà a lungo. Un mostro verrà a turbarla.

Abbiamo letto che siamo ormai nel periodo storico dell’Anticristo che spodesterà la sede papale costituita.

Tutto quello che vi dico accadrà nel prossimo secolo o al più tardi negli anni del duemila.

Ormai dovremmo esserci....

Il demonio non si dà certo per vinto, come spiega ancora Melania:

Anche tramite le apparizioni di Medjugorje la Madonna sta però utilizzando questo tempo intermedio come un tempo di grazia per chi è disposto a convertirsi. Ancora scrive Melania:

Dio avrà cura dei suoi fedeli servitori e degli uomini di buona volontà; il Vangelo sarà predicato dappertutto, tutti i popoli e tutte le nazioni conosceranno la verità. Io rivolgo un appello urgente alla terra; Io chiamo i veri imitatori di Cristo fatto uomo, il solo e vero Salvatore degli uomini; Io chiamo i miei figli, i miei veri devoti, quelli che si sono dati a Me perché io li conduca dal Mio divin Figlio, quelli che Io porto, per così dire, nelle mie braccia, quelli che sono vissuti del Mio Spirito; infine Io chiamo gli Apostoli degli ultimi tempi, i discepoli di Gesù Cristo che sono vissuti nel disprezzo del mondo e di loro stessi, nella povertà e nell’umiltà, nel disprezzo e nel silenzio, nella preghiera e nella mortificazione, nella castità e nell’unione con Dio, nella sofferenza e sconosciuti al mondo. È tempo che escano e vengano ad illuminare la terra. Andate e mostratevi come i miei cari figli; Io sono con voi e in voi purché la vostra fede sia la luce che vi illumina in questi giorni di disgrazia. Che il vostro zelo vi renda come gli affamati per la gloria e l’onore di Gesù Cristo.

Combattete, figli della luce, voi, piccolo numero che ci vedete, perché ecco il tempo dei tempi, la fine delle fini. La Chiesa sarà eclissata, il mondo sarà nella costernazione. Ma ecco Enoch ed Elia riempiti dello Spirito di Dio; essi predicheranno con la forza di Dio e gli uomini di buona volontà crederanno in Dio e molte anime saranno consolate; essi faranno grandi progressi per virtù dello Spirito Santo e condanneranno gli errori diabolici dell’anticristo. Sciagura agli abitanti della terra!

Tempo di guerra, dunque:

Vi saranno guerre spaventose e carestie; pesti e malattie contagiose; pioverà una grandine spaventosa di animali; tuoni che scuoteranno le città; terremoti che inghiottiranno paesi; si udiranno delle voci nell’aria; gli uomini batteranno la testa contro i muri, essi chiameranno la morte, da un’altra parte la morte li supplizierà; il sangue scorrerà da ogni parte. Chi potrà vivere se Dio non diminuirà il tempo della prova ? Dal sangue, dalle lacrime e dalle preghiere dei giusti Dio si lascerà placare; Enoch ed Elia saranno messi a morte; Roma pagana sparirà; il fuoco del cielo cadrà e distruggerà tre città; tutto l’universo sarà colpito dal terrore e molti si lasceranno sedurre perché essi non hanno adorato il vero Cristo vivente tra loro. È tempo, il sole si oscura; la fede sola vivrà.

Questo fino al momento decretato da Dio per la sconfitta di Satana:

Ecco il tempo, l’abisso si apre. Ecco il re delle tenebre. Ecco la bestia con i suoi sudditi, sedicente salvatore del mondo. Egli si alzerà con orgoglio nell’aria per andare fino al Cielo; egli sarà soffocato dal respiro di San Michele Arcangelo. Egli cadrà e la terra che da tre giorni sarà in continue evoluzioni, aprirà il suo seno pieno di fuoco; egli sarà sprofondato per sempre con tutti i suoi nei baratri eterni dell’inferno. Allora l’acqua e il fuoco purificheranno la terra e consumeranno tutte le opere dell’orgoglio degli uomini e tutto sarà rinnovato: Dio sarà servito e glorificato.

E potremmo aggiungere le profezie di santa Maria di Gesù Crocifisso, della beata Anna Maria Taigi, della beata Elena Aiello e tanti altri mistici che hanno parlato di questi tempi, ricchi di benedizioni ma non senza terribili sofferenze.

Chi vivrà vedrà e chi è morto in santità risorgerà!



[2] Libera traduzione da «L’apparition de la Très Sainte Vierge sur la montagne de La Salette», di M.Calvat. Imprimatur: Mgr. Zola, Lecce, Italie, 15 novembre 1879, Rome, 1922, Societé St-Augustin

Studi di Fabio
 
Home